Quante volte mi sono detto, riferendomi alla musica, quasi quasi mollo tutto….È dagli anni ’70 che suono, sono passati tanti anni! La musica, come ho già sottolineato più volte, mi ha salvato veramente la vita. Molti dei miei più cari amici sono mancati. Io personalmente ho sempre trovato sollievo nella musica, mi allontanava dalla realtà, che per me non è mai stata facile da digerire. Gli amori finiti, la sofferenza degli animali, i rapporti con le persone così difficili, il lavoro pesante e via dicendo.

Ma adesso ho 59 anni, e nel frattempo sono nati in me due nuovi interessi: la scrittura e il giornalismo. Ho iniziato a scrivere libri dal 2014 e così ne ho scritti 4 , in più sono stato inserito come autore in altre 5 raccolte di AA.VV. Poi ho incontrato una splendida persona e ho iniziato a scrivere per un giornale di carattere musicale. È bellissimo scrivere….sei libero, e poi il giorno dopo vedi quello che era dentro la tua mente apparire magicamente alla portata di tutti. È una sensazione meravigliosa.

Ogni volta che ho pensato di lasciare la musica però qualche coincidenza veramente incredibile mi ha riportato dentro. Come in questi giorni che mi dicevo quasi quasi mollo tutto e ho incontrato una grande persona che merita veramente il migliore dei rispetti. È bravissimo e umile, e queste credetemi sono le uniche cose che contano nella musica per essere grandi.

La musica per il momento non vuole lasciarmi andare e così sia….grazie Luigi!