Per il momento, non ho più così tante ispirazioni artistiche, forse sono stato costretto a vedere mio malgrado troppe cose brutte, troppa gente cattiva, troppe ingiustizie, e così piano piano, gradualmente, mi sono allontanato dal mio fantastico mondo di fiabe, quello che fino ad oggi mi aveva concesso il lusso di vivere decentemente.

Io penso di appartenere a quel ristretto gruppo di artisti che produce quando è di buon umore, senza tanti pensieri.
In fondo credo sia capitato a tutti un periodo così, in questi ultimi anni ho anche lavorato molto.
Nel passato ho sbagliato : ho creduto nella gratitudine dell’essere umano, nell’amore infinito molto platonico e poco fisico, nella sincerità, nella generosità, nell’amicizia ed in tante altre cose che non elenco.
Pensavo anche che gli uomini rispettassero gli animali…..
Nella vita, tutto si squaglia come neve al sole? Non credo! Alla fine si rimane sempre speranzosi, c’è un posticino nel nostro cuore dove i nostri sentimenti migliori sono stipati, sempre vivi, sempre pronti ad affrontare la follia di un grande amore, la gioia di una nuova amicizia, di credere nella sincerità di qualcuno, magari appena incontrato.
La speranza che prima o poi il mondo cambierà, quella non muore mai.