SUSY PER SEMPRE

1995, mi ritorni in mente: il mio primo album “Carlo Zannetti”
19 ottobre 2018
Carlo Zannetti

Carlo Zannetti London 2018

“Susy per sempre” è il titolo di una canzone che ho scritto negli anni novanta e che è già stata pubblicata nel mio primo album che s’intitolava “Carlo Zannetti”. Qui di seguito una parte del testo:”CON UN CENNO DELLA MANO, TI HO ILLUMINATO GLI OCCHI
E TU MI HAI GUARDATO, TORNATA DALLA MACCHIA,TU SEI ARRIVATA QUI SENZA IL BRACCONIERE, CHE SPOGLIA GLI ALBERI FIORITI UCCIDENDO I PETTIROSSI
TU… TU SEI GIUNTA QUI, VOLANDO SUL MARE CHE URLAVA (2 VOLTE)
COM’E’ TRISTE NELLA VITA NON SAPER FIORIRE
COM’E’ TRISTE NELLA VITA NON POTERE AMARE
COM’E’ TRISTE NELLA VITA BLOCCARSI DENTRO UN SOGNO
COM’E’ TRISTE NELLA VITA NON POTER DIMENTICARE”

Ma con le parole, fin dove si può arrivare? Certe parole sfiorano la mia anima e mi portano alle lacrime.Alcune persone l’anima se la giocano a dadi e se la perdono.
Corre all’indietro la mia mente e mi riporta fino a quegli anni passati nei quali tornavo a casa alle quattro di mattina con la mia chitarra sulle spalle.
Certe cose nella vita vanno all’incontrario: quando uno sta bene è accerchiato dalle persone, mentre quando uno non sta bene si trova solo come un cane, come si suol dire.
Devo dire che però la cosa peggiore è sentirsi soli pur essendo circondati dalle persone.
Ma l’arte salva la vita, anche se l’arte è dolore. Ad ogni modo se non avessi incontrato Susanna non esisterebbe questa canzone che ancora oggi mi emoziona molto, nonostante siano trascorsi molti anni.
Ho deciso di riproporla e presto sarà online in una nuova versione chitarra e voce.
Ho sempre percepito tutto anche quando ero più fisico e meno mente, percepivo il passato ed il presente delle persone. Quando abbracciavo una persona per la prima volta sentivo una vocina dentro di me che mi spiegava cosa sarebbe successo nel futuro. E’ così che scritto “Susy per sempre”.E’ così che ho deciso di dedicare il videoclip alla mia grande amica Nuccia che purtroppo non c’è più, almeno fisicamente… Le regalai un quadro con una dedica: “A Nuccia con infinita riconoscenza, solo la vita ci separerà.”
E cosí riascolteremo “Susy per sempre”, un abbraccio a tutti.